https://www.youtube.com/watch?v=JJZ_MV2ZpgQ


logo_carismiperlarte

presenta


                       ROBERTO GIOVANNELLI

Cadere nel cielo



Inaugurazione sabato 19 marzo alle ore 17,30


Alla presenza del Sindaco del Comune di Monsummano Terme
Rinaldo Vanni e dell'assessore alla cultura Elena Sinimberghi        

                      

brochure_3.jpgUn percorso espositivo affascinante quello che si presenterà agli occhi dei visitatori del Museo di arte contemporanea e del Novecento a partire dal 19 marzo 2016.

Dipinti, sculture, opere grafiche accolte nelle sale al piano nobile di Villa Renatico Martini, di un artista operante in Valdinievole e del suo spirito – Roberto Giovannelli – ci sveleranno quanto questo territorio, anche nella contemporaneità, riesca ad offrire di bello.

"Un angolo di mondo ancora incantato, quasi incontaminato, testimone di un'Arcadia perduta", come lo descrive nel testo introduttivo Francesco Gurrieri, un'Arcadia che Giovannelli ripropone, con la problematica eleganza che caratterizza il suo fare artistico, a tutti coloro che visiteranno il museo fino al 12 giugno 2016.

Un artista che oltre a fare pittura, prima e dopo averla insegnata nelle accademie di belle arti, è anche scrittore d'arte, curatore e direttore di collane editoriali, nonché fine ricercatore di personalità singolari della storia della cultura visiva. Uno spirito nobile che trova piena armonia in quelli che furono gli spazi domestici e operativi di Ferdinando Martini, scrittore e appassionato d'arte, così innamorato della cultura e della propria biblioteca da vivere sempre in simbiosi con essa.

"Cadere nel cielo" – questo il titolo della mostra a cura di Paola Cassinelli – raccoglie un nutrito numero di opere che testimoniano gli aspetti di un percorso poetico, dagli anni '80 ad oggi, maturato nell'alveo del disegno, della fabulazione, di criteri narrativi strutturati in uno spazio di cosmica improbabilità.
Tra le opere esposte, quali suggestioni visive legate alla terra d'origine dell'artista, si trovano alcune lunette ispirate ai dipinti di Giovanni da San Giovanni nel portico della basilica di Santa Maria della Fontenuova a Monsummano.


uploadImgs/artisti mostre/giovannelli/Cadere nel cielo_piatto cop.jpg
Il catalogo, edito da Polistampa di Firenze, con l'introduzione di Marco Giori, raccoglie testi di Paola Cassinelli, Roberto Giovannelli, Francesco Gurrieri, Carlo Lapucci, Marco Moretti, Alessandro Vezzosi.


L'esposizione sarà visitabile nei seguenti orari: lunedì, giovedì, venerdì 15.30-18.30 (ora solare) 16-19 (ora legale); mercoledì 9.30 – 12.30; sabato e domenica 9.30 – 12.30/ 15.30-18.30 (ora solare) 16-19 (ora legale); chiuso il martedì e per Pasqua.

VIDEO MOSTRA




pdf


INVITO


 

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

thumbnail of

Alcune opere dell'artista

Hanno scritto di...

e ancora...



Roberto Giovannelli - Biografia

giovannelli.jpgNato a Montecatini in Val di Nievole il 13 marzo 1947. Vive a Pieve a Nievole e a Firenze, ove si è formato all'Accademia di Belle Arti nelle scuole di Ugo Capocchini e di Primo Conti, frequentando negli stessi anni lo studio dell'incisore Pietro Parigi. Ha studiato come borsista nella Rijksakademie di Amsterdam e successivamente presso il Dams di Bologna, ove ha condotto ricerche sperimentali in tema di teoria della percezione e tridimensionalità illusoria. Nel 1976 è nominato titolare della cattedra di Pittura nell'Accademia di Carrara, poi in quella di Bologna e dal 1980 nell'Accademia di Firenze, dove ha insegnato fino al 2008 come coordinatore del  Biennio specia listico di Pittura e Arti multimediali.

È accademico ordinario e vice presidente della classe di Pittura della fiorentina Accade
mia delle Arti del Disegno.
Membro del comitato scientifi
co della rivista Labyrinthos (1992/2000) fondata da G. L. Mellini. In parallelo con l'attività artistica ha svolto studi e ricerche sistematiche sulla prassi pittorica in Italia tra Settecento, Ottocento e Novecento, ponendo particolare attenzione al tema del Disegno come nucleo germinativo dell'opera d'arte. In questo contesto ha portato sostanziali integrazioni alla biografia e al catalogo di Bernardino
Nocchi, nuovi contributi alla biografia di Stefano Tofanelli, rimesso in luce l'eccentrica figura di Niccola Monti; è intervenuto su artisti quali Raffaello e Antonio Morghen, Francesco Antonio Cecchi, Luigi Crespi e Innocenzo Ansaldi, Pietro Benvenuti, Giuseppe Bezzuoli, Pietro Cheloni e altri. Dirige la collana Scrapts – taccuini di lavoro, concepita come laboratorio poetico, presso le edizioni Polistampa di Firenze.

Ha recentemente pubblicato: Piccolo viaggio al centro della Toscana, Gli Ori, Pistoia, 2004; Vagabondaggi di carta. Con un florilegio di ex-libris italiani della prima metà del Novecento, Polistampa, Firenze, 2006; Il Nudo in scena. Due passi con Pietro Benvenuti nella fiorentina Accademia delle Belle Arti,  Firenze, 2008; Taccuino di Pensieri, Firenze, 2011.
Fra le mostre personali più significative si ricordano: Firenze, Galleria La Piramide, 1985; Pontiac, Michigan, Schweeyer-Galdo Galleries, 1986; Prato, Galleria Metastasio, 1987; Nizza, Palais des Expositions, Art Jonction International, 1987; Firenze, Saletta Gonnelli, Simulazioni, 1998: Firenze, Note turchine, Sala delle Esposizioni dell'Accademia delle Arti del Disegno,  con un'antologica di disegni e dipinti, 2011. Nel 2012 la personale "Et in Armenia Ego", allestita a cura di N. Micieli nella Pinacoteca Comunale di Volterra. Tra le recenti partecipazioni si segnalano Miami (USA), Ca' d'Oro Gallery, "Mona Lisa unveiled"; "Pensiero e Disegno", Jerevan, Galleria Nazionale Armena; San Gimignano, Galleria d'arte Moderna e Contemporanea "Ricognizione toscana. Nuove acquisizioni"; Pistoia, "Grandi maestri piccole sculture", Pistoia, Palazzo Sozzifanti, a cura di L. V. Masini, 2013.

Fra gli inviti e le partecipazioni si segnalano: Roma, X Quadriennale, La nuova Generazione, 1975; Parigi, Grand-Palais, XXXVIIe Salon de la Jeune Peinture (a c. di G. Serafini), 1986; Bergamo, Biennale d'arte, 1988; Madrid, Arco 1988, 1989; Siena, Magazzini del Sale, V Biennale d'Arte Sacra, 1988; Milano, Internazionale d'Arte Contemporanea, 1989; Celano (L'Aquila), Triennale Internazionale d'arte Sacra (a c. di G. Di Genova), 1989; Cento (Ferrara), Magi '900, Museo delle eccellenze artistiche e storiche, 2006;
Firenze, Archivio di Stato, Oggetto Libero, rassegna del libro d'artista, 2007; Brindisi, Palazzo
Granafei-Nervegna, La Gioconda è nuda. Riscoperte e nuove icone (a. c. di A. Vezzosi),
2010;  Miami (USA), Ca' d'Oro Gallery, Mona Lisa unveiled; Pensiero e Disegno, Jerevan,
Galleria Nazionale Armena; San Gimignano, Galleria d'arte Moderna e Contemporanea Ricognizione toscana. Nuove acquisizioni a cura di Nicola Micieli, invitato al padiglione Italia per la 54° Biennale di Venezia.

foto_studio.jpg


Mac,n

Museo di Arte Contemporanea e del Novecento- Villa Renatico Martini
Via Gragnano, 349 - 510

15 Monsummano Terme (PT) Te

l. 0572 952140
www.macn.it - museoarte@comune.monsummano-terme.pt.it

villa_interno.jpg

La villa Renatico Martini, oggi proprietà comunale, sorge poco fuori Monsummano Terme, in località Renatico, sulla strada che sale al castello. Fu costruita per Ferdinando Martini intorno al 1887 su progetto dell'architetto Cesare Spighi, secondo il gusto eclettico del secondo Ottocento toscano. L'edificio è costituito da un parallelepipedo su due piani, caratterizzato da un doppio ordine di finestre e da una scalinata d'accesso a doppia rampa. Al suo interno è ospitato il "Mac,n", Museo di arte contemporanea e del Novecento di Monsummano Terme, inserito nella Guida ai musei della Toscana del '900 e museo riconosciuto di rilevanza regionale.

villa_renatico_martini_03.jpg


Per informazioni:

logo_toscana_eventi_web_grigio.jpg

Ufficio stampa TOSCANA EVENTI

via P. Nenni 32 - 50054 Fucecchio (FI)
Tel 0571 360592 -Fax 0571 245651
Referente Casazza Margherita
Cell.338 2466271
ufficio.stampa@ctedizioni.it
www.ctedizioni.it


 

Powered by: MR GINO