Firenze e provincia

a cura della redazione di Reality Magazine


DA ECV GROUP A HUMAN COMPANY

Dal corrispondente Carmelo De Luca

Ecv Group Passa a Human Company, sinonimo di alleanza strettissima tra natura e uomo nel settore soggiorno sostenibile. La crescita esponenziale dell’utile 2016, pari a oltre 10,16 milioni, ed una previsione in fatturato di 110 milioni nel 2017 trovano valido alleato nella oculata trasformazione dell’Azienda in organo manageriale.

Orgogliosa realtà di traino, la Toscana vanta collaudate strutture ricettive, distribuite tra Firenze e Livorno, senza dimenticare quelle riuscite realtà food chiamate Mercato Centrale presso S. Lorenzo e Ai Banchi del Mercato Centrale dei Gigli, ora trionfalmente sconfinata in Roma Termini, superanti 1.500.000 presenze nell’anno corrente. In effetti Park Albatros Village, Norcenni Girasole, Camping Michelangelo, Hotel de Charme La Palagina, Firenze Camping in Town, Plus Florence vantano un merito punteggio nel gradimento vacanziero superante gli otto punti, nomea condivisa con le due attività ristorative presenti in Firenze Città Metropolitana.

Human Company ha fama di gruppo leader nel turismo open air grazie a una offerta variegata tra family park, villaggi, ostelli, hotel, camping in town. Priorità assoluta dei suoi ideatori è senza dubbio il dare peso ad aspettative ed esigenze dei propri ospiti. Il nuovo percorso manageriale intrapreso trova linfa nella innovazione, finalizzata alla attualizzazione di una vacanza in sintonia con la caratterialità del singolo, naturalmente, senza rinunciare ai confort della vacanza coi fiocchi.

DAL 2 AL 3 DICEMBRE FOOD&WINE ALLA LEOPOLDA

Fonte: Ufficio Stampa

Centinaia tra cuochi, operatori del settore agroalimentare, bar tender e produttori di vino toscani sono attesi dal 2 al 3 dicembre alla Stazione Leopolda di Firenze per la terza edizione di Food&Wine in progress, il grande evento organizzato da AIS Toscana e Unione Regionale Cuochi Toscani per valorizzare le figure dei sommelier e degli chef attraverso un programma ricco e vario ispirato all’avanguardia, alla ricerca e alla sperimentazione nel settore. A inaugurare la giornata di sabato 2 dicembre alle 11 sarà il convegno “La comunicazione dell’enogastronomia… ieri, oggi… e domani?”.
Le cooking class di Food and Wine in progress introducono alla cucina innovativa. Sarà uno dei punti nevralgici dell’area gestita dall’Unione regionale cuochi toscani, quello dedicato alle dimostrazioni di cuochi provenienti da tutta Italia. A tenere i corsi il Prof. Guido Mori, coordinatore scientifico dell'alta formazione dell'Unione Regionale Cuochi Toscani, gli Chef Fabio Bianconi e Massimiliano Catizzone, dell'Equipe di Alta Cucina della Toscana, ed il Prof. Giuseppe Giura responsabile dell’Associazione Italiana Celiachia per la Toscana.
Toscana Experience. Una vetrina importante dedicata alla cucina creativa Toscana sarà un altro dei momenti promossi da Urct. Sono quindici gli chef provenienti da tutta la Toscana che interpreteranno ai fornelli i prodotti del paniere Toscano in una chiave innovativa e contemporanea. Sul palco si alterneranno Vincenzo Volpe, Mirko Martinelli, Michela Starita, Simone Cecchetti, Shady Hasbun, Tommaso Gei, Filippo Germasi, Marino Balloni, Simone Acquarelli, Fabrizio Mazzantini, Ardit Curri, Beatrice Segoni, Maurizio Corridori e Gabriele Andreoni.
Eccellenza di Toscana. Per gli appassionati di vino una grande opportunità per degustare oltre mille etichette presentate da circa 150 produttori vitivinicoli in rappresentanza delle principali denominazioni regionali, singolarmente o seguendo i sommelier di AIS nei Wine Tour ovvero percorsi guidati alla scoperta delle migliori espressioni enologiche della regione.. Non mancheranno neppure le sessioni di AIS Wine School ovvero le pillole di degustazione sul vino e sull’olio dedicate ai neofiti o ai semplici appassionati che si avvicinano per la prima volta alla degustazione, per concludere il programma con la prima edizione del premio AIS e Wine TV e l’evento nell’evento: le bollicine toscane incontrano gli chef stellati e la moda nell’esclusiva area Alkrataz dalle ore 20.00.

MONET EXPERIENCE AND THE IMPRESSIONISTS

ex-chiesa di Santo Stefano al Ponte, a Firenze

26/11/2017

“Monet experience and the Impressionists” è il titolo del nuovo percorso digitale immersivo di Crossmedia Group che stavolta si confronta con l'arte del grande artista francese e del movimento impressionista. L’evento è aperto tutti i giorni fino al 1° maggio 2018 nella chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte, a Firenze. Nell’ambito di “Monet experience and the Impressionists”, la nuova mostra multimediale proposta da Crossmedia Group e in svolgimento nell’ex-chiesa di Santo Stefano al Ponte, a Firenze, domenica 26 novembre inizia il programma dei matinée di danza proposte dagli artisti della Lyricdancecompany. Ogni domenica mattina – tra le 10 e le 12.30 - durante la rappresentazione immersiva i danzatori proporranno spettacolari interventi ispirati a Monet e al mondo impressionista, con le coreografie firmate da Alberto Canestro, direttore di Lyricdancecompany. I danzatori si avvarranno della scenografia unica di “Monet Experience”, dopo il positivo riscontro di pubblico ricevuto qualche mese durante il primo esperimento di fusione della danza con le mostre multimediali proposte da Crossmedia a Santo Stefano al Ponte, in occasione di “Klimt Experience” (cui si riferiscono le foto disponibili nella cartella media digitale). Le impressioni e i colori della pittura di Monet, nei quali lo spettatore è immerso, sono l’ispirazione delle originali creazioni coreografiche, che nei momenti più significativi della mostra aggiungono preziosità all’esperienza emotiva e sensoriale.UFFICIO MEDIA: | | Marco Ferri | mob. 335.7259518 | mail to: marcoferri.press@gmail.com
Le figure in movimento dei danzatori della compagnia sembrano uscire dai dipinti del grande Maestro impressionista in un continuum di intenzionalità ed emozionalità, dove la ricchezza della composizione pittorica e del colore trova naturale svolgimento nello spazio. Il linguaggio della danza amplifica e arricchisce l’esperienza visiva della mostra creando atmosfere di grande rigore estetico ed eleganza.
Info e prenotazioni +39 055 217418

Comunicato stampa

A FIRENZE LE ANNUALI GIORNATE MEDICHE

Dal corrispondente Carmelo De Luca

Le Giornate Mediche Fiorentine 2017 trovano lustro presso il prestigioso Istituto di Scienze Militari Aeronautiche dal 17 al 19 novembre. Il fittissimo calendario in programma rimarca la necessità collaborativa tra discipline mediche per una ottimale assistenza del paziente. Nell’ampio ventaglio tematico trovano soprattutto sostegno gli aspetti pratici disciplinari, preziosi traini orientativi nell’attività diagnostica-ambulatoriale, che deve esser capace di dare risposte adeguate al paziente in archi temporali adeguati.
Affidati a illustri nomi della medicina italica, gli interventi portano in cattedra tematiche complesse ed attuali in ambito sanitario: Morbo di Parkinson, Gastroenterologia, Nefrologia, Vaccini, Ipertensione, Cardiologia, Urologia, Dermatologia, Osso, Psiche tengono banco attraverso peculiarità esplicitate nei loro aspetti concreti, fornendo al numeroso parterre in platea un bagaglio culturale di grande spessore professionale.
A compendio del convegno, ASIAM consegna il premio “ I Maestri della Medicina” al Prof. Pierluigi Rossi Ferrini, illustre ematologo e sensibile luminare, che affronta giornalmente il proprio operato con il cervello e, soprattutto, col cuore.
Le collaudate “Giornate Mediche Fiorentine” trovano supporto ed ideazione nell’infaticabile lavoro dell’Associazione Scientifica Interdisciplinare Aggiornamento Medico, la cui organizzazione logistica è annualmente affidata all’efficienza di NICO CONGRESSI.

Per informazioni: www.asiam-aggiornamentomedico.it
055-8797796

I disegni di Karl Stengel

Firenze, Palazzo Rosselli del Turco

I disegni di Karl Stengel
Una selezione delle opere della Collezione Stengel

Firenze, Palazzo Rosselli del Turco
20 dicembre 2017 – 31 gennaio 2018
Martedì 19 dicembre alle ore 18.30 inaugurerà a Firenze a Palazzo Rosselli del Turco, una mostra interamente dedicata ai disegni a alla grafica dell’artista Karl Stengel, recentemente scomparso. L’esposizione riunirà circa quaranta opere astratte e figurative, che saranno visibili su appuntamento fino al 31 gennaio 2018.

I disegni andranno ad affiancare le opere permanenti della Collezione Stengel, curata dallo Studio Abba e ospitata dal marzo 2017 sempre a Palazzo Rosselli del Turco, storico edificio dell’Oltrarno fiorentino, sede nella seconda metà dell’Ottocento degli studi di numerosi pittori e scultori americani e dell’ambasciata americana negli anni di Firenze Capitale. L’artista e la moglie Camilla, grandi appassionati della Toscana, hanno scelto infatti di custodire proprio a Firenze le opere, per far conoscere al grande pubblico il ricco percorso artistico del maestro ungherese.

Nei disegni di Karl Stengel, così come nei suoi dipinti, la figurazione prevale sull’espressionismo astratto, facendo affiorare prepotentemente le passioni e le sofferenze umane; le stesse emozioni che si ritrovano nelle taverne, nei bordelli o nelle opere di Blaise Cendrars e Charles Bukowski, autori che hanno influenzato da sempre la produzione artistica dell’artista ungherese. Sofferenze che sono manifestate nei volti scarni e tormentati dei soggetti che si affacciano con le loro emozioni sul palcoscenico della vita, delimitato dalla tipica quinta teatrale ideale stengeliana. Sentimenti che sono testimonianza di esperienze vissute in prima persona da Stengel, come gli anni della prigionia in Russia durante la guerra e poi dell’arrivo dei carri armati sovietici in Ungheria nel 1956, oppure sono mutuati dalla letteratura che, come la musica, ha sempre ispirato il suo lavoro.
Dalle sue opere emergono l’espressionismo surreale e l’astrazione lirica, come scrive il critico d’arte Giampaolo Trotta: “una figurazione surreale […] di ascendenza più marcatamente europea e segnatamente espressionista tedesca. Opere tutte assai originali e di forte impatto, che uniscono il raro pregio di possedere un’assoluta identità artistica, ma al contempo una forte radice culturale nell’arte storica del Novecento”.
Palazzo Rosselli del Turcp
Via dei Serragli, 17 50124 Firenze

Ingresso libero su appuntamento
www. stengelcollection.org

seconda edizione di Ecosistemi Digitali

FIRENZE Fortezza da Basso

01/12/2017

Promuovere la Destinazione Italia in rete partendo anche da un’approfondita analisi empirica dei dati sui flussi turistici. È questo l’obiettivo di Ecosistemi Digitali, l’evento promosso da MiBACT, MiSE e Regioni italiane, e sviluppato insieme a Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica ed ENIT, che si terrà alla Fortezza da Basso di Firenze il prossimo 1 dicembre.

L’evento sarà articolato in due sessioni. Quella mattutina, su invito, vedrà 100 esperti provenienti dal mondo delle istituzioni e delle imprese confrontarsi sui tre temi chiave dell’edizione 2017: Destinazione ed Accoglienza Diffusa, Dati e Riuso e Narrative e Autenticità. Nel pomeriggio, professionisti del settore e rappresentati istituzionali si alterneranno sul palco per presentare al pubblico i risultati dei 10 tavoli di lavoro del mattino e per definire gli obiettivi 2018 delle attività di promozione turistica in rete.

Comunicato stampa

Premio di Letteratura per ragazzi Laura Orvieto

Firenze, Palazzo Strozzi, Sala Ferri

20/11/2017

Nel 1911, Bemporad, la casa editrice di Pinocchio e Gian Burrasca, pubblicava un libro destinato a diventare un classico: Storie della Storia del Mondo di Laura Orvieto. Opera di grande successo - vendette settantamila copie tra il 1911 e il 1938 - tradotta in moltissime lingue, rivelava un talento fuori dal comune nel raccontare storie che incanteranno i bambini di tutto il mondo.
Laura Orvieto era nata a Milano nel 1876 da una famiglia della borghesia ebraica cittadina e si era trasferita a Firenze dopo il matrimonio con Angiolo Orvieto, poeta e fondatore della rivista “Il Marzocco”. Erano gli anni di frequentazioni eccellenti: tra gli altri, Gabriele D’Annunzio, Eleonora Duse, Giovanni Pascoli, Luigi Pirandello, Sibilla Aleramo e Amelia Pincherle Rosselli. Il primo dei suoi numerosi libri per ragazzi fu Leo e Lia. Storia di due bambini italiani con una governante inglese, pubblicato nel 1909 da Bemporad.
E’ proprio per riscoprire questa scrittrice ribelle e coraggiosa, che Il Gabinetto G.P. Vieusseux, che conserva l’archivio delle sue carte, in collaborazione con la Fondazione ‘Premio Laura Orvieto’, dal 1953, anno della morte della scrittrice, le dedica l'omonimo Premio letterario legato alla valorizzazione della letteratura per ragazzi.
Da sempre il Premio ha avuto giurie eccellenti – vi figurano Gianni Rodari e Diego Valeri, Gianna Manzini e Geno Pampaloni – e ha esercitato una forte attrazione editoriale intorno ai suoi vincitori. Dedicato a testi editi, è diviso in due sezioni: un’opera destinata ai bambini tra i 6 e gli 11 anni e un’opera per i ragazzi tra i 12 e i 15 anni. L’iniziativa ha avuto anche quest'anno un grande successo, con più di 120 proposte inviate dagli editori.
La giuria, presieduta da Agata Diakoviez (Libreria Giannino Stoppani, Bologna) e composta da Teresa Porcella (autrice, editor e libraia per ragazzi), David Tolin (direttivo IBBY International Board on Books for Young People Italia), Maria Novella Todaro (insegnante) e Matteo Biagi (insegnante), chiuderà la manifestazione lunedì 20 novembre, in occasione della Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e adolescenza.
Informazioni www.vieusseux.fi.it - www.premiolauraorvieto.it

Invito

DIVINA Spettacolo teatrale a cura di Teatri d’Imbarco

Nuovo Teatro Pacini, Fucecchio

07/12/2017

Divina, il cui vero nome è Claire Bartoli, è una star televisiva e il suo Show è il più popolare della Tv fino a quando una mattina il suo assistente, il devoto Jean-Luis, scopre dai giornali che il programma verrà chiuso per dare spazio ad una conduttrice più giovane. Con molte difficoltà Jean-Louis riesce a comunicarle la notizia e a Divina non resta altro che escogitare un modo per non uscire dal mondo della televisione.
Inizia così un vero caos comico che porterà Divina a condurre con un suo vecchio amante, Baptiste, una folle trasmissione di cucina tra pentole, casseruole e frullatori.
Una commedia divertente interpretata da un cast di attori di altissimo livello.
di Jean Robert-Charrier
traduzione Giulia Serafini
adattamento Anna Mazzamauro
con Anna Mazzamauro, Massimo Cimaglia, Giorgia Guerra, Michele Savoia, Lorenzo Venturini
Per informazioni
Nuovo Teatro Pacini info@nuovoteatropacini.it, info@teatrinodeifondi.it, direzione@teatrinodeifondi.it, tel. 0571.261151 – 0571.462825-35 fax 0571.462700

regia Livio Galassi
musiche Sasà Calabrese
scene e costumi Domenico Franchi
produzione E20inscena
distribuzione Stefano Mascagni

Premio Firenze Nel Cuore 2017

Dal corrispondente Carmelo De Luca


Omaggio alla nobile città granducale, il Premio Firenze nel Cuore trova lustro lo scorso 9 novembre presso una scenografica Sala d’Armi, gremita da numerosi ospiti VIP. Destinato a chi ama profondamente, virtuosamente, razionalmente questo grande patrimonio tutelato dall’Unesco, il riconoscimento individua quei cittadini che si adoperano concretamente nel migliorare valori intrinsechi di una realtà arcinota al mondo intero.
Voluta da Save the City e Comune, la lodevole iniziativa vuol essere grata ai cittadini comuni distintisi in meritevoli azioni di volontariato, sociali, solidali, benefiche, civiche, insomma una salutare operatività costruttiva destinata a giovare Firenze senza alcun scopo di lucro. L’ambito riconoscimento trova in Brandimarte, argentiere di tradizione, valido supporto nella realizzazione degli artistici cadeau per i premiati: Grazie a Bianca Guscelli, infaticabile erede in casa Brandimarte, tradizione ed estro danno un bel tocco di classe all’artistico “litro” in argento purissimo. Giancarlo Antognoni e Associazione Glorie Viola beneficiano del premio speciale dell’apposita commissione, mentre del premio first si effigia quel poliziotto lanciatosi in Arno per salvare una diciannovenne.

LASER FLORENCE 2017

Dal corrispondente Carmelo De Luca



Nuove frontiere, esperienze, ricerca hanno animato due intense giornate dedicate alla laser Medicina e Chirurgia presso il fiorentino Auditorium di S. Apollonia. Giunto alla ventinovesima edizione, il Congresso organizzato da International Accademy for Laser Medicine and Surgery (ALMS) ha mandato in scena esperti e giovani ricercatori, le cui migliori relazioni portate in palcoscenico sono state premiate e pubblicate grazie a importanti società scientifiche.
Supportato dalla Federazione Mondiale delle Società Scientifiche di Laser Medicina e Chirurgia, il convegno ha rivolto grande attenzione verso l’impiego simbiotico tra terapie chirurgiche, farmacologiche, fisioterapiche e laser, i cui lusinghieri risultati trovano conforto nella medicina sportiva, malattie cutanee, varie tipologie di tumore, lesioni traumatiche, infertilità femminile e, naturalmente, nell’estetica.
Dal contenuto altamente formativo, l’evento fiorentino ha trovato nella Comunità Europea, Canada, USA validi alleati, che ne hanno riconosciuto l’importanza ai fini dell’aggiornamento medico.


                             

 

Powered by: MR GINO