...In giro per l'Italia

a cura della redazione di Reality Magazine


LA BELLA STAGIONE IN TRENTINO

dal corrispondente Carmelo De Luca

Un estate tra sport montano, sagre, concerti, archeologia rappresenta la ricca offerta di Rovereto e Vallagarina. I villeggianti troveranno, già, refrigerio nei laghetti formati dal torrente Leno, che gli atletici possono raggiungere attraverso panoramici sentieri. Rimanendo in tema lacustre, una ricca flora costella il Lago di Cei presso Villa Lagarina, magico dipinto impressionista in cui regnano ninfee e vanitose anatre selvatiche. Impianti sportivi coprono le più disparate attività agonistiche ma sovrano indiscusso rimane lo sport lungo mulattiere, piste ciclabili, montagne, mentre gli audaci si cimenteranno nella arrampicata o parapendio. Scoprire, poi, vigneti, manieri, borghi diventa un appetitoso desiderio qualora aderiate alla Magnalonga nell’Alta Vallagarina, passeggiata enogastronomica tra Vonano, Besenello, Calliano, campagne di Nomi, dove assaggiare pregiati rossi, il Moscato DOC Superiore Castel Beseno, grappe. Aria incontaminata supporta la nascita di ottimi formaggi, ricotta, yogurt, tartufo, zafferano, miele per golosi, frutta fresca, pesce d’acqua dolce trovante prelibatezza DOP nella trota e salmerino. Culla storico-culturale, Rovereto è l’abitato principale della valle ricco in testimonianze del suo secolare passato. Medievale nelle mura e Castello ospitante il Museo dedicato alla Prima Guerra Mondiale, dogale nel Palazzo del Podestà, scenograficamente barocca nei bei palazzi di Corso Bettini, la città stupisce per possedere numerosi musei dedicati a scienza, storia, arte: Il MART vi dice qualcosa? (Info: www.visitrovereto.it). Storia, cultura, natura plasmano Trento, regno potentissimo dei principi-vescovi che trova apoteosi nel Duomo, famoso per aver ospitato il Concilio Ecumenico della Riforma. Intorno, opere monumentali ne costellano l’omonima piazza, artistica spirale formata dalla Fontana del Nettuno, Torre Civica, Palazzo Pretorio, le rinascimentali e affrescate Case Cazuffi Rella. I Signori tridentini trovavano dimora nell’arcinoto Castello del Buonconsiglio, elegante fortilizio, la cui Torre dell’Aquila custodisce affreschi gotici dedicati ai mesi. I suoi monumentali interni, oggi, custodisco collezioni artistiche. Qualora vogliate godere in toto Trento e dintorni, si consiglia anche una salutare capatina sul Monte Bondone, panoramica terrazza a 2000m, custodente una riserva naturale e giardino botanico, condensato di emozioni tra scorci stupendi, sapori gustosi, natura incontaminata (Info: www. discovertrento.it)

UNA ESTATE AVVENTUROSA TRA ALPE CIMBRA E VALSUGANA

dal corrispondente Carlo Ciappina

Relax mentale tra una natura incontaminata è la carta vincente di Alpe Cimbra, melange tra paesaggi ameni, ottima gastronomia, attività outdoor: Questi luogo si prestano per una vacanza coi fiocchi. Attraversando luoghi superlativi, fare sport sino a quota 2000m riempie lo spirito: Folgaria, Lavarone, Luserne pullulano in borghi, masi, fortini e, in basso, l’azzurro Lago Lavarone vi aspetta per una merenda casereccia. Questo piccolo mare alpino possiede due spiagge attrezzate dove nuotare, noleggiare barche, pedalò. Sentieri diversificati si adattano ad ogni piede e bici, non a caso MTB, downhill, cronoscalate, e-bike sono qui di casa. Ai vostri pargoli penseranno numerose attività presso alberghi e Baby & Junior Club Family Emotions, da non perdere la notte in tenda con cena in rifugio oppure la lanternata nel bosco! Rifocillarsi, poi, inebria i sensi, non potrebbe essere diversamente gustando quelle eccellenze chiamate formaggio Vézzena, profumato speck lavorato seguendo antiche ricette, polenta di patate rigorosamente biologiche, strudel fatto con mele nostrane ( Info: www.alpecimbra.it).
Valsugana e Lagorai personificano quei luoghi selvaggi dove colori variegati ricoprono paesaggi popolati da boschi, ruscelli, riserve, pascoli in cui trovano posto due azzurrissimi laghi protetti da borghi incantevoli, nei quali giunge eco di grotte abbellite da stalattiti e stalagmiti. Un vasto patrimonio storico-naturalistico costella l’intero territorio, ne è prova Pergine sovrastata dal castello medievale, Levico con le rinomate acque termali, Ronchegno Terme celebre per i secolari castagneti, Tenna: A cavallo tra Lago di Levico e Caldonazzo, in primavera, l’abitato si costella di splendidi meleti in fiore. Le attività sportive sono decisamente variegate grazie ai numerosi percorsi MTB e trekking, senza dimenticare campi da golf, club di volo, centri nautici, dragon boat. Il turismo enogastronomico, poi, rappresenta una vera cultura del mangiare bene tra polenta di farina valsuganese, insaccati, formaggio di malga, i famosi piccoli frutti di S. Orsola. Quanto a qualità, non abbiate dubbi: L’APT Valsugana tutela i suoi prodotti certificando tracciabilità della materia prima, prediligendo la filiera corta, salvaguardando ricette tradizionali e patrimonio gastronomico locale. Quanto ai nettari bacchiani, l’arcinota Strada dei Vini e dei Sapori Trentino tenta con invitanti viaggi tra vini doc, grappe, liquori d’erbe! (Info: www.visitvalsugana)

FRECCIA GIALLA SALPA PER L'ELBA

Fonte: Ufficio Stampa

La Freccia Gialla salpa verso l’estate elbana!

Dal 29 maggio al 30 settembre : Piombino-Portoferraio in 40 minuti!

La Freccia Gialla è l’ HSC Corsica Express Three, che sarà operativo dal 29 maggio al 30 settembre 2019 , con più di 1.200 corse efino a 7 partenze al giorno da e per l’isola.



L’ HSC Corsica Express Three ha una capienza di 150 auto e una capacità di trasporto di 535 passeggeri, che viaggeranno comodamente seduti nelle poltrone Business Class, disponibili senza il pagamento di alcun supplemento.

“La Freccia Gialla garantirà velocità, frequenza e comodità, grazie al tempo di traversata molto breve e alla rapidità delle operazioni di imbarco/sbarco, oltre che tariffe competitive”

Ha dichiarato Raoul Zanelli Bono, direttore commerciale di Corsica Sardinia Elba Ferries, che prosegue “La nostra proposta commerciale e il nostro impegno per l’Elba sono stati premiati, con oltre 1.300.000 passeggeri trasportati dal 2012”.

AIS TOSCANA A CONVEGNO PRESSO CASTELLO DI BROLIO

dal corrispondente Carmelo De Luca

Brolio 11 maggio 2019

La Toscana dei sommelier punta sul turismo eno-consapevole quale traino fondamentale dell'economia granducale

AIS Toscana a Brolio per confrontarsi su enoturismo e contraffazione, tematiche molte sentite nel Granducato notoriamente vocato al vino con numeri che parlano chiaro: 2,85 milioni di ettolitri prodotti nel 2018, export sfiorante 980 milioni di euro, 14 milioni in visitatori.
Moderato dal giornalista David Taddei, durante il convegno tiene banco conoscenza e scoperta enologica-territoriale, futuro strategico necessario per creare sviluppo in questo settore, sul quale lavorare costantemente perché traino occupazionale e produttivo, supportandolo attraverso una politica fatta di investimenti. Il Presidente AIS Toscana Cristiano Cini sostiene questo credo, facendosi ambasciatore insieme ai Soci del bere consapevole, inteso quale storia, cultura, rilevanza paesaggistico-qualitativa del territorio in cui questi splendidi nettari trovano vita. Donatella Cinelli Colombini, Presidente delle Donne del Vino, ha le idee molto chiare al riguardo: Attraverso winetour, ora supportati dal decreto ministeriale equiparante il turismo in cantina alla attività agrituristica, sensibilizzare il visitatore verso il bello offerto dalla Toscana, raccontando quanto luogo di nascita e cantina rendano unici i vini autoctoni.
Guidata dal Barone insieme al Direttore tecnico Massimiliano Biagi, la giornata trova degna conclusione nella degustazione del vitigno Sangiovese attraverso tre Cru nostrani facenti parte del Progetto Raritas.

PRIMAVERA IN DANIMARCA

COPENAGHEN
Copenaghen ha tutto ciò di cui un viaggiatore ha bisogno per trascorrere un perfetto city-break scandinavo, tra cultura, architettura, gastronomia, design e sostenibilità. E in primavera, saltare in sella a una bici, fare il giro dei canali in battello o godersi un pic-nic al parco diventa ancor più piacevole! Ma soprattutto, a Copenaghen non ci si annoia mai, con i tanti festival ed eventi (non perdete il festival della Birra e Distorsion Festival) in programma nei mesi primaverili, che spaziano dal food alla musica, dall’arte al design, e con la riapertura del Parco Tivoli per la nuova stagione.

Camp Adventure
Camp Adventure, il parco avventura più grande della Danimarca, ha inaugurato il 31 marzo una spettacolare torre di osservazione questa primavera. Si tratta della Treetop Experience, una rampa a spirale interna di oltre 600 metri che regalerà ai visitatori un’incredibile vista a 360 gradi.

CopenHill
La pista da sci artificiale e l'area escursionistica ricreativa, che apriranno prossimamente, saranno ospitate in cima al termovalorizzatore di Copenaghen. L'edificio ha un'altezza di 85 metri e un punto panoramico sulla terrazza del caffè in cima alla pista da sci, offrendo una vista unica sulla capitale danese. Sarà possibile noleggiare l’attrezzatura da sci e godere di una zona verde per le passeggiate e un'area giochi sul tetto.

ODENSE
Per gli amanti delle atmosfere fiabesche consigliamo un soggiorno a Odense, la città natale di H.C. Andersen. Raggiungibile in 1 ora e mezza di treno da Copenaghen, Odense presenta ancora intatti molti luoghi in cui lo scrittore è nato e cresciuto, e che hanno ispirato i suoi racconti, come la casa natale nel centro storico e la casa d'infanzia.

SKAGEN
Per chi invece cerca arte e natura in un’unica soluzione, la meta ideale è Skagen, nel Nord della Danimarca. È la città più a nord del Paese e gode del più alto numero di ore di luce del Paese, il che la rende particolarmente suggestiva in primavera e in estate.

 

Powered by: MR GINO