Arezzo

a cura della redazione di Reality Magazine


Mostra Andrea di Nerio. La Madonna Sarti ad Arezzo

Arezzo Casa Museo Ivan Bruschi

02/12/2015

ANDREA DI MERIO Madonna con bambinoRitorna a “casa” l’opera fino ad oggi custodita all’estero.
Andrea di Nerio. La Madonna Sarti ad Arezzo.
Una mostra promossa dalla Fondazione Ivan Bruschi, con la consulenza scientifica di Carlo Sisi e curata da Isabella Droandi.
Dal 2 dicembre al 31 gennaio 2016 - Arezzo Casa Museo Ivan Bruschi

La Madonna Sarti ad Arezzo, primo appuntamento del Ciclo Ritorni, promosso dalla Fondazione Ivan Bruschi, con la consulenza scientifica di Carlo Sisi e curata dalla storica dell’arte Isabella Droandi
“Ritorni è il titolo di un ciclo - spiega Lucio Misuri, Segretario Generale della Fondazione Ivan Bruschi - che ha l’ambizione di promuovere il ritorno a casa di importanti opere d’arte, allontanatesi dal territorio aretino in tempi più o meno lontani, perché possano essere viste da vicino, apprezzate e valorizzate nel loro contesto culturale d’origine”.
Con questa prima esposizione i visitatori potranno avere l’occasione di una visione ravvicinata di un’opera fondamentale per la storia dell’arte di Arezzo: la Madonna con Bambino di Andrea di Nerio, da tempo custodita all’estero dall’antiquario Giovanni Sarti, cortese prestatore alla città in cui fu dipinta.
Il dipinto cuspidato raffigura, entro un trilobo, la Vergine in piedi a mezzo busto, con il Bambino in braccio, stagliata su fondo oro, con decorazioni a racemi fogliari incise a mano libera (Quarto/quinto decennio del secolo XIV).
La mostra intende offrire al visitatore non solo la ricostruzione della memoria storica di Andrea di Nerio, oggi riconosciuto come il maestro di Spinello Aretino, ma anche di quello che fu il suo contesto culturale per ripercorrere il linguaggio artistico proprio della scuola aretina del Trecento, in rapporto alla lezione giottesca e alle vicine scuole fiorentina e senese. Attraverso un percorso che, lungo i siti museali della città, mette l’Opera in relazione a quelle attribuite alla sua mano come l’Annunciazione firmata del Museo diocesano, e gli affreschi conservati nella Pieve di Santa Maria, in Duomo e al Museo Nazionale d’Arte Medioevale e Moderna di Arezzo.

Orario: 10,00 – 13,00/14,00 – 18,00 (chiuso il lunedì)
Sede: Casa Museo Ivan Bruschi Corso Italia 14, Arezzo
Ingresso 5 euro biglietto Museo
Per informazioni: Casa Museo Ivan Bruschi, Elisabetta Bidini 3666511905, Paola Falsetti 3371101923
casamuseobruschi@gmail.com

comunicato stampa

Concerti alla salvaguardia del patrimonio monumentale storico di Cennina

CASTELLO DI CENNINA

47° ANNIVERSARIO 2014 Concerti alla salvaguardia del patrimonio monumentale storico di Cennina

SABATO 3 MAGGIO ORE 21,15

MARINA SPADAFORA DESIGNER: PRESENTA " FASHION WITH A MISSION" ATTRAVERSO IMMAGINI
E FILMATI RACCONTA LA SUA ESPERIENZA DALLE PASSERELLE DI MILANO ALLA MODA SOLIDALE CON GLI ARTIGIANI DEL SUD DEL MONDO.

SABATO 10 MAGGIO ORE 18,00

MOSTRA DI DOCUMENTI STORICI DI CENNINA DAL 780 AL PASSAGGIO DEL FRONTE

DOMENICA 11 MAGGIO ORE 11,00

VISITA DEI SOCI DEL CLUB UNESCO DI SIENA

SABATO 31 MAGGIO ORE 21,15

CONCERTO MUSICA DA CAMERA - Schubert, HugoWolf e doppo Chansons francaises - Debussy, Duparc, Fauré

Sfilata del 3 maggio

VI Edizione del November Fest

Castiglion Fiorentino

07/11/2013

locandinaIl Rione di Porta Romana è lieto di annunciare la VIª edizione del November Fest!
Birre artigianali importate direttamente dalla Germania, tipica cucina Bavarese con l'ormai insuperabile Stinco di maiale preparato alla perfezione dai sapienti cuochi rionali.
L'ambiente in cui si svolgerà la manifestazione è all’interno del Pallone della Polisportiva di Montecchio Vesponi, quindi locali chiusi e riscaldati!
Tutto avrà inizio GIOVEDI’ 07 NOVEMBRE alle 18,00 con giochi e intrattenimenti vari, apertura stand gastronomici con specialità bavaresi e locali

programma manifestazione

“ECLISSI – la forma dell’ombra “ di Edoardo Pisano

Arezzo - Atrio d'Onore della Provincia

30/05/2013

Fino al 13 giugno 2013
Giovedì 30 maggio si inaugura «Eclissi», la mostra di Edoardo Pisano, artista napoletano d’origine e toscano d’adozione, realizzata col patrocinio della Provincia di Arezzo. Risultato di un progetto nel quale l'ombra è parte integrante di una vasta inquietudine – che allude alla faccia oscura della luna e all'altro lato della personalità – l’Ombra qui indagata è da intendersi come mistero di un’identità che è sempre meno definibile e certa.
Il progetto, a cura di Matilde Puleo, si configura come uno scambio multidisciplinare fra musica, letteratura e arte visiva, teso a verificare come e quanto l'antico tema dell’ombra continui a riproporre le sue suggestioni anche nella contemporaneità. Dall’antico Egitto fino alle leggende popolari, l'ombra si presenta come parte segreta o dimensione tenebrosa della realtà, e prova di un incantesimo in atto.
Una mostra che indaga su questo affascinante tema e che vede Arezzo come la prima di una serie di tappe, non può non essere aperta allo scambio e alla contaminazione tra microspazi di letteratura e musica, concepite e realizzate ad hoc da parte di performer eclettici della scena alternativa/elettronica napoletana e non, come Damiano Meacci, Paolo Termini e Luigi Turaccio. Qui, il nulla dell’ombra diventa parte integrante dell’opera di musicisti e scrittori che, come Raffaele Giannetti, sono in grado sia di evocare che di tradire.

organizzata e prodotta da
Fonte Bertusi
www.fontebertusi.it
Info:info@fontebert

Comunicato stampa


                         

 

Powered by: MR GINO