Livorno

a cura della redazione di Reality Magazine


ETRUSCA'S CUP 2017

Fonte: Ufficio Stampa

La regata organizzata dallo Yacht Club Cala de’ Medici di Rosignano Solvay inaugura la stagione delle regate di altura.

L’Etrusca’s Cup metterà in gioco capacità tecniche, sportive e tattiche portando i regatanti a sfidarsi in una emozionante due giorni navigando giorno e notte. Le imbarcazioni si sfideranno partendo da Marina Cala de’ Medici, arrivando all’Isola di Capraia, proseguendo verso la Costa Etrusca di Populonia per poi risalire verso la base di Rosignano.
Le imbarcazioni effettueranno in tutto 90 miglia lungo la splendida costa degli Etruschi, fra le isole dell’Arcipelago Toscano.

Non mancheranno appuntamenti a terra tra amici e sportivi.

DALLA TERRA, LE OPERE D’ARTE: GLI OGGETTI SCAVATI DI PAUL WIEDMER

Fonte: Ufficio Stampa Headline

A Cecina la Fondazione Geiger presenta la personale dell’artista svizzero creatore del parco «La Serpara» di Civitella d’Agliano (VT)

Gli «Objets boudlés» nascono dall’assemblaggio di rottami in ferro rinvenuti con l’ausilio di un metal detector e dissotterrati nei cantoni svizzeri. Sono queste le creazioni al centro della mostra personale «Paul Wiedmer. Ferro. Forme. Energia», dal 15 aprile al 28 maggio nelle sale della Fondazione Culturale Hermann Geiger, in piazza Guerrazzi 32 a Cecina (Livorno). L’esposizione, a ingresso gratuito, presenta la serie di 26 lavori realizzati da Paul Wiedmer tra il 1974 e il 1976 con detriti metallici assemblati in base al luogo del loro recupero, ognuno dei quali accompagnato da una litografia.

La ricerca di Wiedmer si basa sulla sintesi tra i prodotti dell’industria pesante e la natura. Tutto è sottoposto alla legge costante del mutamento e mosso da un’armonia profonda che l’artista esplora attraverso le forme organiche del metallo. Sono presenti in queste opere i concetti essenziali della ricerca, dello scavo, dell’estrazione dalla terra di oggetti legati intimamente ad essa, poiché spesso frammenti di attrezzi agricoli. C’è inoltre l’idea dell’inventariare, del catalogare in modo sistematico, separando e riunendo i reperti secondo la provenienza.

A completare il percorso espositivo, due opere recenti: «Lava», realizzata nel 2015 e dedicata alle forze che scaturiscono dalle profondità della terra, e l’installazione «Stützen der Gesellschaft», realizzata tra il 2011 e il 2016, composta da 13 puntelli a croce da edilizia ricoperti da colori brillanti e da forme metalliche saldate, ispirata al dramma «I pilastri della società» di Henrik Ibsen. Nell’ammirare le opere di Wiedmer si nota subito la profonda sintonia con il Nouveau Réalisme e la poetica del recupero di oggetti della società industriale, opportunamente rivitalizzati tramite l’accumulo e l’assemblaggio, a cui si aggiunge però una componente concettuale che si avvicina a quelli che sono stati gli sviluppi successivi dell’arte del Novecento.

PAUL WIEDMER - Paul Wiedmer è stato assistente di Bernard Luginbühl, Jean Tinguely e Niki de Saint Phalle, con i quali ha collaborato alla creazione di molte grandi opere, come il «Golem» a Gerusalemme, «Chaos» a Columbus, nell’Indiana, il «Cyclop» a Milly-la-Forêt, il «Crocrodrome» a Parigi e il «Giardino dei Tarocchi» a Capalbio, in Toscana.

A PASQUETTA IL PALIO DELLA COSTA ETRUSCA, SULLA SPIAGGIA DI SAN VINCENZO

Torna sulla spiaggia di San Vincenzo lo storico Palio della Costa Etrusca. Dopo anni di attesa la celebre competizione-show mito per fantini e scuderie del circuito paliesco torna, nel giorno di Pasquetta, lunedì 17 aprile (inizio ore14.30) sul dorato litorale toscano, terra di nobili e necropoli, tramonti e vini, bellezza e natura.

Organizzato dall’associazione sportiva dilettantistica “Palio della Costa Etrusca” con il contributo del Comune di San Vincenzo e della Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci ed il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, della Regione Toscana e della Camera di Commercio Maremma e Tirreno, il “Palio della Costa Etrusca” è l’unica competizione che si corre sulla spiaggia. Arrivato all’undicesima edizione, dopo un lungo stop dovuto alla costruzione del nuovo porto di turistico (l’ultima edizione risale al 2004), a San Vincenzo si sfidano le contrade della Costa degli Etruschi a cavallo dei loro purosange (Rosignano Marittimo, Cecina, Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Campiglia Marittima, Suvereto e Piombino) per uno spettacolo destinato ad entrare negli annali dei pali internazionali. Uno spettacolo unico, emozionante e mozzafiato dove la tradizione ed il fascino di una delle più famose corse al mondo si intrecciano alla scenografia naturale della spiaggia di San Vincenzo. In programma, a fianco delle corse, anche sfilate equestri, esibizioni, spettacoli aerei e dimostrazioni dell’antica arte della mascalcia.

A San Vincenzo la storia incontra il più grande spettacolo equestre.

Per informazioni www.paliodellacostaetrusca.it e pagina ufficiale Facebook.

comunicato e programma

L'ora del racconto di Natale

Rosignano Marittimo c/o Biblioteca

03/12/2016

Gran concerto per San Francesco

Livorno

01/10/2016

La città di Livorno ospita l'Orchestra Giovanile del Conservatorio Statale di Musica "Domenico Cimarosa"di Avellino per le celebrazioni della festività del Santo patrono d'Italia
Sabato 1° ottobre, Livorno, Cattedrale di San Francesco - ore 21.15
L’Associazione Accademia degli Avvalorati, in occasione dei festeggiamenti per la festività di San Francesco – e in coincidenza con la Giornata del Dono 4 ottobre, festa di San Francesco d’Assisi patrono d’Italia, già giornata della pace, della fraternità e del dialogo tra culture e religioni diverse – organizza, sabato 1 ottobre alle ore 21.15, nella Cattedrale di San Francesco a Livorno con il patrocinio della Diocesi di Livorno, del Vescovado, del Conservatorio Statale di Musica “Domenico Cimarosa” di Avellino e di altri patrocinatori, il concerto “Cimarosa, Mascagni e Piazzolla for San Francesco” con protagonista l’Orchestra Giovanile “Domenico Cimarosa” di Avellino concessa gentilmente dal Direttore il M° Carmine Santaniello e condotta dal Direttore d’Orchestra il M° Roberto Maggio, sotto la supervisione dei Tutor 1 dei violini M° Pietro Calzolari, il Tutor 2 dei violini M° Patrizia Maggio, il Tutor delle viole M° Simone Basso, in collaborazione con i solisti M° Massimo Signorini alla fisarmonica ed il soprano M° Barbara Luccini.
Il concerto è a ingresso con offerta libera alla Società Volontaria Soccorso Livorno (SVS) ed è stato possibile grazie al contributo volontario di realtà territoriali quali Editore Sillabe, Modigliani Produzioni, Unicoop Tirreno, ASA, Conad, Associazione “ideaLi, Persone, Progetti, Territori”.
Saranno eseguite musiche di Cimarosa, Mascagni, Rota, Morricone, Weill, Villoldo e Piazzolla.
Singolare il rapporto tra Domenico Cimarosa, una delle figure musicali centrali dell’opera del Settecento europeo, e la Città di Livorno, con i suoi teatri del passato.
L’idea del concerto è mirata alla valorizzazione musicale dei giovani talenti e alla conoscenza e scambio culturale tra le “città” musicali d’Italia, per sottolineare il fatto che Livorno è sempre stata “Città Storica delle Nazioni”. Inoltre l’omaggio al Santo Padre permetterà di mettere a confronto la tradizione musicale italiana con quella argentina. L’auspicio è nel far sì che questa operazione culturale-storico e musicale rafforzi la direzione progettuale, intrapresa negli ultimi anni, di una sinergia tre le varie realtà culturali locali, regionali e nazionali.

Invito


                   

 

Powered by: MR GINO