Reality 91

Sfoglia il numero 91 di Reality Magazine

MARZO 2019


EDITORIALE: ... E MUSICA SIA



copertina reality 83


Si sono accesi i riflettori del Teatro Ariston per la sua 69esima edizione, anche se tr qualche polemica a carico degli organizzatori del festival ma soprattutto su Claudio Baglioni, in qualità di direttore artistico e conduttore del Festival Sanremo.
Tante le domande che gli organidi stampa e comunicazione si pongono: se siano solo coincidenze tutte le amicizie, gli interessi lavorativi e addirittura le parentele che si riscontrano fra l'entourage della manifestazione.
Quando ci si avvale di persone di una certa notorietà e di un valore artistico, ovvero dei professionisti, come in questo caso, che fanno musica, concerti e serate da oltre 50 anni, è facile se non scontato trovare varie connessioni e collegamenti fra organizzatori di concerti, eventi e con le varie celebrity.
Anche nel nostro piccolo tutti noi quotidianamente lavoriamo e frequentiamo amici, conoscenti e in certi casi parenti. Ed è proprio in queste situazioni che per evitare di creare contrasti, bisogna rispettare i propri ruoli, saper stare al proprio posto, ma soprattutto non credere che la tua conoscenza o amicizia ti ponga su un piano diverso dagli altri. Nei casi in cui si lavori in squadra, dove i ruoli sono molti e di varia importanza, è un po' come in un'orchestra, dove c'è il direttore, spesso esigente e autoritario, e poi tutti gli altri componenti.
Ognuno di loro deve essere bravo nell'eseguire il proprio spartito, ma deve sempre pensare
che non sta eseguendo un assolo, ma che è un musicista e che è parte dell'orchestra; deve
capire, collaborare e addirittura aiutare anche un altro in caso di necessità. Il tutto per ottenere
un eccellente risultato.
Nel gruppo, che sia di lavoro o musicale, non si pensa ai propri interessi, specialmente se sono
a scapito degli altri membri, ma si collabora ognuno nel rispetto delle regole e delle persone,
senza far alzate di testa che di solito arrecano più danno a chi le compie che al gruppo stesso,
perché dimostrano di non saper farne parte.
Purtroppo oggi giorno non sempre si riesce ad integrarsi in un ambiente di lavoro, dove la priorità per la miglior riuscita del progetto lavorativo è quello di farlo insieme.
Dovremmo insegnare ai bambini a considerare la collettività e non l'individualismo come insegnamento di vita, a non credere che l'essere egoista, il pensare solo a noi stessi e la propria carriera sia la cosa più importante nella vita, ma educarli a collaborare con gli altri per riuscire a realizzare dei progetti ancora più grandi di quello che da soli potrebbero compiere.

Per cantare ci vuole la VOCE.
Per suonare ci vuole lo STRUMENTO.
Ma per eseguire una gran sinfonia ci vuole un'ORCHESTRA!


 Il direttore


Margherita Casazza

Sfoglia il nuovo numero




I consigli  di Reality su...

IN VIAGGIO CON MARCELLO SCARSELLI

GRAND TOUR DELL'ARTE

DONATO CARTEI

RESTAURI DI DANIELE ROSSI

SHEEP ART

DOMENICO DIFILIPPO

L'ARTE IN ITALIA

NOVITA' EDITORIALI

CRAFT THE LEATHER

EMOZIONE PELLE

PITTI UOMO 2019

L'ACCESSORIO DEL TEMPO

FUCECCHIO E IL GIRO D'ITALIA

ALIMENTAZIONE: ADOLESCENTI E ALIMENTAZIONE

I BENEFICI DELL'ACIDO OLEICO

LONDON FILM FESTIVAL

76 EDIZIONE GOLDEN GLOBE

JUNIOR SONG CONTEST

UTO UGHI

IL RITORNO DI ROSSINI A FIRENZE



 

Powered by: MR GINO