Reality 83

Sfoglia il numero 83 di Reality Magazinemarzo 2017

febbraio/marzo2017


EDITORIALE: DI CHE COSA PARLIAMO?

copertina reality 83


Come sempre, la scelta dell'argomento dell'editoriale non è cosa semplice. I fatti da mettere a fuoco sarebbero tanti e della più diversa natura. Ma occorre sceglierne uno, decido dunque di parlare del giornalismo, una funzione comunicativa diventata sempre più complessa. Perché complessa è la situazione attuale non solo in Italia. Per restare al nostro Paese, sono una miriade le questioni critiche aperte, che investono direttamente i cittadini, a livello locale e nazionale.

A volerle solo enumerare, sarebbe come recitare un rosario: scandali quotidiani, dilagante corruzione, malgoverno delle città e dello stato, dissesto del territorio, perenni emergenze legate ai capricci del clima, e relativi disastri (ma quando si dice clima, a bel guardare i retroscena delle tragedie, la responsabilità è puntualmente da attribuire all'incuria umana).

Ma E qui mi fermo, per osservare che in un contesto così fitto di eventi negativi, il lavoro del giornalista giustamente attento alla realtà, finisce col sembrare una deprimente agenda catastrofista. Nondimeno bisogna informare sugli eventi, approfondire le questioni aperte, denunciare le inadempienze e le responsabilità. Cosa che per il suo carattere giornalistico non può fare Reality, le cui pagine sono aperte alla cultura e alle vocazioni sociali e produttive segnatamente del territorio per il quale lavora. Quanto a me, l'ho molte volte ripetuto: mi piace fare un giornalismo diverso, nel senso di raccontare luoghi, realtà associative e produttive e persone che eccellono e che fanno cose meritevoli. 

 Il vescovo a fine serata ha letto il discorso nel quale papa Francesco ricorda a noi tutti quanto sia importante fare un giornalismo più attento e rispettoso della dignità umana, raccomandandosi di non additare e accusare sempre e solo tutto e tutti, ma di evidenziare anche gli aspetti positivi della realtà, magari osservando anche da un altro punto di vista le situazioni critiche. Bisogna riflettere di più sugli argomenti trattati, fare autocritica, ricordarsi sempre, prima di scrivere, della propria deontologia e professionalità e dell'importanza che ha il nostro ruolo nella società.

 Oggi più che mai, poiché i social consentono a tutti di scrivere e postare foto, come se ogni utente del web fosse un vero reporter, avendo purtroppo l'illusione, grazie alla rete, di fare buona e corretta comunicazione con un semplice copia e incolla e diffondendo parole e pensieri in libertà.
 Io penso che in virtù di questa situazione, chi scrive  debba essere oggi più che mai scrupoloso e agire con la massima professionalità, cercando tutti i giorni di dare ai lettori un'informazione seria, verificata e riflessiva, che non comunichi una semplice notizia, ma racconti una vera e propria storia.



Il direttore
Margherita Casazza



Sfoglia la rivista:



I consigli  di Reality su...

IN VIAGGIO CON

SOFFICI AGLI UFFICI

IDROVOLANTI A BOCCADARNO

ESSERE FORTE

CONVOCAZIONI AL CASTELLO DI GROTTI

PISTOIA 

BORGHI TOSCANI

ECCELLENZE ITALICHE

NAPOLI E'...

PECCIOLI A PASSO DI DANZA

MODA ITALIANA

IN COSTUME 

CENTRALITA' DELLA POTECO

ALIMENTAZIONE




COME ABBONARSI --->



 

Powered by: MR GINO