Reality 95

Sfoglia il numero 95 di Reality Magazine

marzo 2020


DOV'È FINITO IL RISPETTO?


copertina reality 83


Questa, lo so, sembra una domanda da vecchie signore. Ma, poiché non mi dispiace giocarmela ogni tanto da vecchia signora, è una domanda che mi sento autorizzata a pormi, e a porvi.

Sentimento e atteggiamento di riguardo, di stima e di deferenza, devota e spesso affettuosa, verso una persona, riporta il vocabolario Treccani. E poi: sentimento che porta a riconoscere i diritti, il decoro, la dignità. E ancora: osservanza, esecuzione fedele e attenta di un ordine, di una regola.

Infine: riguardo, considerazione, attenzione. La definizione del termine è ampia.
Considera ogni possibile ambito a cui l'idea e la pratica di quello che intendiamo per rispetto si può estendere: le relazioni tra persone. Le buone pratiche della convivenza.
L'osservanza delle regole. Più in generale, il prestare attenzione a quanto ci sta attorno. Abbandono la ricerca in rete, cerco nel vecchio vocabolario di latino e vado a pescare il verbo respĭcĭo, da cui deriva l'italiano rispetto.
Il quale verbo significa: guardare, guardare indietro, voltarsi a guardare. A cosa serve il rispetto?

Rispettare consiste nel misurarsi con le diverse posizioni dell'altra persona, e ci aiuta, quindi, a non giudicarla per la sua scelta o opinione.
Rispettare consiste nel tenere conto dell'altro nelle sue differenze individuali, senza cercare di manipolarle e senza pretendere che l'altro si comporti diversamente da come è. Questo è un ottimo punto: il guardare. Ti riconosco: tu esisti.
Se ti rispetto, vuol dire che prima di tutto che ti vedo e ti guardo, e non una volta sola. Se ti guardo, vuol dire che ti dedico il mio tempo e la mia attenzione, riconoscendo implicitamente il tuo valore. Vuol dire che non ti ignoro come se tu non contassi niente.
Non ti scanso o ti calpesto come se tu fossi irrilevante o invisibile. Insomma: non faccio finta che tu non esista.

Si tratta, appunto, di riconoscere il valore dell'altro e la legittimità della sua posizione e dei suoi interessi, all'interno di un confronto o di uno scambio. Di fatto, rispettare anche gli avversari è il modo per non trasformare un conflitto in una catastrofe irreparabile.
Il rispetto si impara da piccoli. Come lo si insegna? Beh, giorno dopo giorno, con pazienza, attraverso l'esempio, l'incoraggiamento e la pratica. Stabilendo regole e limiti chiari. Ricordando che i comportamenti irrispettosi non sono mai divertenti. I bambini, già da piccoli sono sensibili alle regole, e che governare e impadronirsi delle regole fa parte del processo di crescita.

Sui Social, il rispetto sembra essere diventato merce rara.
Per le imprese è imperativo dimostrare rispetto: «tratta la tua comunità con rispetto e considerazione – scrive Forbes – e raggiungerai tutti gli altri obiettivi che ti sei posto. Per i singoli utenti, mostrare rispetto può essere il modo migliore per guadagnarsi rispetto a propria volta».

Oggi c'è un'ineguaglianza più profonda di quella puramente economica ed è causata non da una mancanza di risorse, ma da una mancanza di rispetto. Puoi essere molto più ricco o più povero di me, ma se ci rispettiamo a vicenda siamo, relazionalmente uguali.
Concludo dicendo, che il rispetto non può essere imposto dall'alto: se vogliamo una società migliore, dobbiamo ripristinare il rispetto, specie per quelli che sono diversi da noi o che hanno visioni diverse dalle nostre.
Questo è un compito quotidiano, per ciascuno di noi.
È un compito che – rispettosamente ve lo segnalo – di cui varrebbe la pena farsi carico




Margherita Casazza


Sfoglia il nuovo numero


I consigli  di Reality su...


LE PAROLE DELL'ARTE: FABIO LEONARDI

DOMENICO DIFILIPPO

GIAMPAOLO TALANI

ROBERTO INNOCENTI

I DÈJA' NEW DI GIUSEPPE LINARD

GIUSEPPE BEZZUOLI

AQUART

ARTE IN ITALIA

APUANE DA CORTEGGIARE

INCREDIBILE MA VERO

MALA TEMPORE CURRENT

RECORD E POLEMICHE 

L'ALTRO FESTIVAL 

URBANINA

GRINTA E GENTILEZZA

CRAFT THE LEATHER 2019

NOVITA' EDITORIALI

VIVACE UOMO DI MODA

UNA SANA ALIMENTAZIONE

FRANCO ZEFFIRELLI


 

Powered by: MR GINO